about_archivi informali

L’archivio sembra il modello maggiormente in grado – anche sulla scorta dei network informatici – di dar conto di una molteplicità reticolare e dispersa, ad anelli aperti, con durate variabili e time-based. Il modello dell’archivio in quanto tale è sempre una costruzione a posteriori, che si definisce a partire da formazioni e insiemi preesistenti che, attraverso una misura, uno stile o una selezione, entrano in relazione e si stabiliscono nella memoria.” Marco Scotini, Disobedience Archive, 2005

Archivio A/B 2086-2087_Santa Marta, Venezia 2012

Pensato e ricostruito insieme all’aiuto degli abitanti  vuole essere uno strumento di ripristino, attraverso documenti ufficiali e auto-prodotti , della storia del quartiere di Santa Marta e delle sue lotte. Si dice che ciò che è storia è determinato da ciò che è archiviato, e trattandosi in questo caso specifico di Santa Marta di eventi effimeri e difficili da conservare, è semplice per i modi dominanti, lasciarli sommersi e occultare il passato. É’ il tentativo di recuperare un ordine non riconosciuto ufficialmente, ma non con l’intento di mostrare le tracce di qualcosa ma bensì per rielaborare e ridistribuire. La sua natura non è quella dell’archivio storico per antonomasia, la sua funzione non è quella di deposito della memoria. Si costituisce come una piattaforma vivente in continua espansione, non in forma definitiva dunque, ma temporanea ed aperta a tutte le combinazioni possibili e contingenti. I materiali che contiene vengono continuamente rivalutati, paragonati e rieditati per le esigenze attuali; tutto al suo interno è in continua trasformazione e ampliamento. É un archivio in cui le fasi di vita tradizionali, corrente-di deposito-storico, vengono sorpassate, le une si fondono con le altre arricchendo le pratiche di tutti i giorni. 

Archivio Giardini Fresia_ Cuneo 2014

Nell’estate del 2014 grazie alla rassegna d’arte internazionale ZOOart è stato possibile costruire insieme agli abitanti di Cuneo l’Archivio Giardini Fresia, un archivio costruito interamente dagli abitanti. Molti sono stati i contributi che i cuneesi hanno fornito all’archivio, da foto a video-interviste e documenti. Grande è stata la partecipazione e l’interesse che questo tipo di pratica ha suscitato, portando a valutarne l’ampliamento a tutto il centro storico della città che da anni è attraversato da continue trasformazioni. Questo progetto vuole essere uno strumento pensato per cercare di registrare una comunità in perenne trasformazione e per far emergere le tracce del cambiamento e delle pratiche sociali che localmente si sono prodotte; relazioni passate, presenti e future che gli abitanti di Cuneo hanno instaurato e instaureranno con il centro storico della loro città.

Archivio di San Giacomo_ Santa Croce, Venezia 2015

L’archivio che racconta e storie degli abitanti del Campo San Giacomo Dall’orio e raccoglie le modificazioni sociali e spaziali che qui vi sono prodotte…. ….under construction…..

è possibile visionare gli archivi su richiesta scrivendo a info@about-about.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...